English
Italiano
Česky
Slovensky
Deutsch
Font smaller
Font bigger
High contrast
Low contrast

Sperimentazioni


Il progetto SPES prevede la sperimentazione della piattaforma di telemedicina e telecompagnia in 4 città: Ferrara (Italia), Vienna (Austria), Brno (Rep. Ceca) e Košice (Slovacchia).

La sperimentazione di Ferrara si rivolge a pazienti affetti da insufficienza respiratoria cronica, e quindi sottoposti a terapie a lungo termine quali ossigeno-terapia e ventilazione meccanica non invasiva. I pazienti sono già seguiti da pneumologi dell'AUSL di Ferrara con controlli periodici.

L’obiettivo è quello di fornire, ai pazienti che soffrono di problemi respiratori, un sistema in grado di monitorare a distanza il loro stato di salute attraverso un pulsiossimetro ed altri dispositivi medici non invasivi. I medici e gli altri attori coinvolti nel processo di cura accederanno ai dati sanitari del paziente, a seconda delle proprie compentenze, tramite interfaccia web. Potranno inoltre arricchire con proprie considerazioni la cartella del paziente.
Tra i benefici attesi, vi è il miglioramento dell’utilizzo degli aiuti medici, un'organizzazione più efficiente e la qualificazione dei servizi sanitari prestati dal personale medico. 

La sperimentazione di Vienna (Austria) si propone di trovare soluzioni su misura per pazienti affetti da demenza che affrontano rischi per la propria salute. Questi soggetti sono spesso inclini ad incidenti poiché tendono a perdere il senso dell'orientamento, ecc.
I pazienti affetti da demenza hanno spesso necessità di recarsi presso strutture dedicate, pur preferendo continuare la propria vita nelle proprie abitazioni private. Il progetto mira a sostenere anche le loro famiglie, oppresse dalla continua necessità di assistenza ai parenti disorientati.

Un’altra categoria di utenti che richiedono monitoraggio a distanza è quella del progetto Boskovice (Brno – Repubblica Ceca),  che riguarderà 40 pazienti con mobilità ridotta, assistiti da un’organizzazione non governativa, la DEEP. I pazienti della DEEP hanno spesso difficoltà ad orientarsi nel campo degli ausili e dei servizi di monitoraggio. Pertanto, come primo passo, verranno organizzati, per anziani e disabili, dei corsi riguardanti una gamma di servizi sociali, con lo scopo di motivare gli assistiti nel settore dei servizi di comunicazione, istruzione ed integrazione sociale e professionale. Il team della DEEP selezionerà 40 pazienti che prenderanno parte alla sperimentazione, al fine di testare i servizi offerti attraverso l’utilizzo di sensori.

Il progetto di Košice (Slovacchia) sarà dedicato ai problemi relativi agli aspetti sociali dello sviluppo tecnologico. L’obiettivo principale sarà quello di garantire mezzi che possano migliorare l’integrazione sociale degli anziani attraverso soluzioni ICT idonee, progettate e sviluppate nell’ambito del progetto SPES. Le persone anziane potranno arricchire le loro attività quotidiane attraverso differenti strumenti comunicativi e sociali per trascorrere il tempo libero o trovare supporto psicologico.
La soluzione proposta sarà basata su un'analisi dettagliata dei servizi già presenti, e rispetterà le esigenze e le aspettative degli anziani, ai quali verrà offerta la possibilità di restare in contatto con i loro parenti, vicini o con persone con hobby o problemi di salute simili.
La sperimentazione avrà luogo presso piccoli appartamenti o case per gli anziani, sotto la responsabilità del comune di Košice. L’ambiente, user-friendly, offrirà strumenti volti alla stimolazione degli interessi riguardanti le interazioni tra le persone anziane attraverso forum di discussione, servizi di instant messaging personali o di gruppo, e-mails e incontri virtuali.


This project is implemented through the CENTRAL EUROPE Programme co-financed by the ERDF.

© ČVUT – SPES. All rights reserved. Powered by Spacer CMS.